Accedi al sito
Serve aiuto?

Portfolio » Principali progettazioni

TECNOEDIL Srl
EDIFICI SCOLASTICI TEMPORANEI (EST) “NIDO COMUNALE e SCUOLA PRIMARIA DE AMICIS”
REGIONE EMILIA ROMAGNA – COMUNE DI PIEVE DI CENTO (BO)

DESCRIZIONE SINTETICA DELL’INTERVENTO

Il polo scolastico del Comune di Pieve di Cento è stato realizzato in conseguenza degli eventi sismici del maggio 2012. 
Secondo il CSA dell’appalto integrato aggiudicato:
1) La progettazione esecutiva è stata espletata entro 10 gg dall’aggiudicazione
2) Gli edifici e le sistemazioni esterne sono stati realizzati in 50 gg per permettere l’ingresso delle scolaresche nei primi giorni del mese di ottobre.
La scuola primaria ospita 320 alunni in 15 classi per una superficie coperta pari a mq 1660. Il nido comunale accoglie 42 bambini in due sezioni per una superficie coperta pari a mq 350. La superficie delle pertinenze è pari a 3.400 mq circa.
La scelta di fondo della progettazione è stata quella di realizzare due edifici isolati, autonomi dal punto di vista funzionale e impiantistico. La collocazione planimetrica definisce un completamento del bordo edificato, inserendosi organicamente nella forma dell’area di intervento con l’asilo nido collocato nella porzione a sud in prossimità dell’edificato esistente e l’edificio della scuola primaria ad occupare la restante parte. L’interconnessione con le reti delle piste ciclabili del Parco L’isola che non c’è è consentita da un ampio collegamento pavimentato che attraversa l’area parallelamente alla viabilità di penetrazione. La scuola primaria è strutturata secondo una forma a pettine in cui un lungo elemento longitudinale orientato nord est / sud ovest costituisce l’asse portante dal quale emergono tre corpi sia ad ovest che a est. I corpi a ovest, di lunghezza maggiore, contengono le aule. I fronti sono orientati in modo ottimale per il soleggiamento e le aperture conseguentemente sono a sud ovest. I corpi a est, di dimensioni molto inferiori rispetto ai precedenti, contengono i servizi e tutto il tessuto connettivo. Baricentrici rispetto ai corpi aule sono collocati i blocchi di servizi igienici.
L’aspetto della ottimizzazione funzionale degli spazi si è affrontato a cominciare dall’area di pertinenza. La collocazione, la forma, nonché la dimensione e le forme planimetriche degli edifici consentono, appunto, di ottimizzare l’uso del suolo disponibile ottenendo inoltre la chiara individuazione delle aree funzionali nonché la differenziazione degli edifici scolastici. Dal punto di vista funzionale pertanto sono state individuate aree specificatamente a servizio delle aule della scuola primaria, direttamente accessibili dall’interno di ognuna di esse, per svolgere eventuali attività all’esterno. In secondo luogo è chiaramente definibile un’area di pertinenza esclusiva dell’asilo nido che ne consente l’uso in completa sicurezza. In terzo luogo la penetrazione carrabile che separa i due edifici scolastici è funzionale tanto all’ingresso e alla fermata per l’ingresso e l’uscita dei bambini del nido tanto al parcheggio degli operatori dei due edifici scolastici. L’unico ulteriore ingresso carrabile è quello di servizio posto a nord per gli operatori afferenti il refettorio e la preparazione dei pasti. L’edificio dell’asilo nido è totalmente autonomo rispetto all’edificio principale della scuola primaria in quanto dotato dei servizi minimi, contenuti nel connettivo quali ufficio, spogliatoi per operatori ecc.. Le sezioni sono articolate con spazi estremamente flessibili in cui si individua una zona per il riposo ed un’ampia superficie dedicata alle attività sia speciali, ordinate o libere.
Sono stati realizzati edifici monopiano con una struttura prefabbricata costituita da elementi portanti in c.a.p. e c.a.v. con tamponature in pannelli prefabbricati verticali a taglio termico. Le fondazioni sono costituite da plinti isolati, in parte gettati in opera ed in parte prefabbricati, collegati mediante cordoli in c.a.p. lungo le due direzioni principali. La copertura ha una struttura con pannelli alveolari prefabbricati poggiati sulle travi portanti che collegano i pilastri verticali, mentre il solaio di calpestio è realizzato in opera con soletta armata in c.a. poggiata su uno strato di ghiaia compattata;. 
Sono state progettate due pensiline metalliche leggere, completamente indipendenti, realizzate con profilati in acciaio S275H a sezione aperta e cava, controventate con elementi pieni tondi, e poste su una fondazione diretta di tipo superficiale costituita da plinti isolati.
Il dimensionamento delle nuove strutture in acciaio e del sistema fondale in c.a. è avvenuto mediante modellazione numerica in analisi dinamica lineare con verifiche statiche, sismiche e geotecniche secondo D.M. 14/01/2008 e Circ. Min. n.617/2009D.M.
Gli impianti elettrici e speciali sono costituiti da: Impianto fotovoltaico 33,41kWp; illuminazione aule con lampade dimmerabili comandate in ON/OFF/DIMMER sia dal pulsante manuale presente all’ingresso della stanza sia da un multisensore (sensore di presenza e di sensore di luminosità); illuminazione aree esterne a led; impianto di gestione e supervisione degli impianti di climatizzazione e di ricambio aria; impianto diffusione sonora; illuminazione di emergenza con controllo di tipo centralizzato; impianto di chiamata bus con display numerici; impianto videocitofonico; impianto TV-SAT; impianto di allarme incendio; impianto dati e fonia cat. 6E; impianto di automazione cancelli.
Gi impianti meccanici sono costituiti da: Sistema di generazione del calore tramite generatori modulari e modulanti a condensazione aventi potenza globale di 180 kW, impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria con integrazione energetica proveniente dai generatori modulari; Impianti di riscaldamento /ricambio costituiti da: rete ventilconvettori a cassetta funzionanti a bassa temperatura (radiatori con valvola termostatica nei WC), impianti ad aria primaria per la ventilazione degli ambienti costituiti da unità di trattamento aria dotati di recuperatore di calore; reti di distribuzione dell’acqua potabile (calda, fredda, ricircolo);
L’aspetto più impegnativo affrontato nel corso dei lavori è stato il pochissimo tempo a contrattualmente disposizione per gli stessi, per cui sono stati necessari:
  1. una frequente presenza in cantiere
  2. la soluzione in tempi brevissimi delle problematiche tecniche che si presentavano, anche se il progetto esecutivo, pur redatto in 15 gg., non ha presentato problematiche tecniche rilevanti;
  3. il contatto continuo con la committenza per richieste e necessità che sono emerse nel corso dei lavori. L’impegno è stato notevole ma le scadenze sono state tutte rispettate e la qualità dell’intervento ha soddisfatto la committenza.
Prestazioni svolte: Progetto definitivo; Progetto esecutivo; Assistenza tecnica allo svolgimento dei lavori e alla contabilità.

Info Contatti

S.T.I.G. STUDIO TECNICO ASSOCIATO
Via Silvio Pellico, 6
53043 - Chiusi Scalo
Siena - Italia
C.F. / P.Iva: 00867330524
Tel: 0578 22 72 85
Fax: 0578 21 225
info@stigstudiotecnico.it

Social Share