Accedi al sito
Serve aiuto?

Portfolio » Principali progettazioni

COMUNE DI CHIANCIANO TERME (SI)
CENTRO POLISPORTIVO
La prestazione professionale ha consistito nella ristrutturazione, nella verifica di vulnerabilità sismica, nell’adeguamento impiantistico della piscina e nell’efficientamento energetico del Palazzetto dello Sport.


1. RISTRUTTURAZIONE PALAZZETTO DELLO SPORT

Prestazioni professionali: Progetto Esecutivo; Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione; Direzione Lavori. Importo complessivo dei lavori: €. 549.690,51
Descrizione sintetica dell’intervento:
Il palazzetto di Chianciano Terme è situato all’interno di un complesso di infrastrutture dedicate allo sport. L’obiettivo di questo progetto è la ristrutturazione dell’edificio con la ridistribuzione interna e ottimizzazione degli spazi, l’inserimento di una nuova “zona fitness” dedicata ad attività non agonistiche e le opere relative al superamento delle barriere architettoniche.
Criteri progettuali La soluzione spaziale elaborata nel progetto esecutivo ha modificato il progetto definitivo. Si è esaminata ancora più nel dettaglio la funzionalità degli spazi e l’ottimizzazione degli stessi, così da rielaborare una disposizione con il fine ultimo di avere degli spazi interni ordinati ma soprattutto rispondenti alle direttive del CONI, trattandosi di una struttura atta a ospitare gare agonistiche.  Rispetto al progetto definitivo si è inserito l’obiettivo del superamento delle barriere architettoniche, in modo da avere una struttura capace di ospitare persone con handicap sia che esse siano spettatori, sia che esse siano protagonisti delle manifestazioni, prevedendo a tale scopo che spogliatoi, servizi igienici  e  percorsi siano accessibili. Per il raggiungimento di questo scopo è stato inevitabile l’inserimento di una piattaforma elevatrice, all’interno di una delle due chiostrine esistenti, per dare la possibilità di accedere a tutti i piani dall’interno, sia per accedere ai locali dell’area palasport che dell’area del fitness. La piattaforma garantirà ai disabili di poter arrivare comodamente all’area spogliatoi del palasport e del fitness che si trovano al piano seminterrato e al piano primo in cui ci sono gli spazi amministrativi del palazzetto. La scelta di inserire la piattaforma elevatrice ha reso possibile la demolizione della scala che collegava il il piano terra con il piano seminterrato, liberando tale spazio si è potuto cedere alla zona fitness ampliando così lo spazio delle attività. L’accessibilità alla zona del campo da gioco avviene tramite la rampa esistente, della quale si è dettagliato il rifacimento per raggiungere la pendenza minima affinchè le persone con mobilità ridotta possano passare senza difficoltà (è stata stabilita una pendenza del 12%, come da normativa per le ristrutturazioni)Nella scelta dei materiali si sono affinate le scelte dei prodotti di rivestimento sia per i pavimenti che per le pareti e nelle zone dove questo è stato possibile si è ridotta la demolizione dei rivestimenti attuali, optando per materiali resilienti da posare al di sopra dell’esistente, riuscendo a dare un materiale di più facile pulizia e manutenzione, oltre ad evitare la rimozione, riducendo di pari passo i tempi di realizzazione dell’opera.

2. VERIFICA DI VULNERABILITA’ SISMICA
Descrizione sintetica dell’intervento: La realizzazione dell’opera risale agli anni Settanta ed è stata caratterizzata da una serie di alterne vicende legate a problematiche sia di carattere gestionale che tecnico. Nello specifico, il progetto esecutivo dell’intero complesso è stato completato nel 1972, a seguito di ciò nel 1973 si è provveduto al deposito della pratica strutturale presso il Genio Civile di Siena, al fine di  poter iniziare i lavori di sbancamento ed affinare gli studi geologici, che si erano subito dimostrati particolarmente importanti, data la qualità dei terreni in sito. Alla luce dei risultati ottenuti da tali indagini, nel 1976 si dovette ricorrere alla redazione di una variante strutturale, anch’essa depositata presso il Genio Civile e della quale è stato possibile rintracciare la quasi totalità degli elaborati. Il progetto strutturale è stato studiato ed elaborato dal Prof. Ing. Carlo Cestelli Guidi (8 febbraio 1906 – Roma, 24 ottobre 1995), un’eminenza in campo strutturale, figura di spicco tra gli ingegneri civili del XX secolo. Laureatosi a Roma in Ingegneria Civile nel 1931, con A. Giannelli, di cui diviene assistente, libero docente nel 1938, ordinario di Tecnica delle Costruzioni
all'Università di Roma dal 1969, Cestelli Guidi ha prodotto, infatti, importanti studi nel campo delle strutture in  cemento armato e cemento armato precompresso, dei ponti,  della meccanica dei terreni e della stabilità delle fondazioni, tanto che su i suoi testi hanno studiato generazioni di ingegneri ed architetti. Da non trascurare, quindi, è la valenza e le peculiarità architettoniche e strutturali degli edifici della piscina coperta e del palazzetto dello sport, per i quali il progettista ha studiato un complesso e particolare sistema strutturale, caratterizzato dall’applicazione di elementi innovativi in cemento armato semplice e precompresso, che ne fanno un “landmark” per eccellenza.
PROVE ESEGUITE SULLA STRUTTURA: Molto particolari sono state le prove effettuate sull’edificio volte a verificare che la qualità dei materiali impiegati fossero quelli progettualmente previsti e che avessero mantenuto la loro integrità in particolare in luoghi come la piscina coperta dove ci sono agenti abbastanza aggressivi (umidità elevata e vapori di cloro). Per questo sono stati eseguite: prove sclerometriche in elevata quantità, estrazione di provini in cls che sono stati poi esaminati in laboratorio, esame visivo dei cavi di sostegno. Il tutto in accordo con il Genio Civile di Siena vista la particolarità della struttura.
3. ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO PISCINA
Prestazioni professionali svolte: Progetto Esecutivo; Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione; Direzione Lavori. Importo complessivo dei lavori: €. 153.975,44
Descrizione sintetica dell’intervento:
Il progetto di adeguamento della piscina coperta comunale riguarda necessariamente vari aspetti multidisciplinari che ha come scopo sia l’adeguamento alle norme, come primo obbiettivo, sia quello di riqualificare una struttura sportiva che esiste ormai da diversi anni e sulla quale non è mai stata eseguita alcuna opera di manutenzione straordinaria, ma solo, per evidenti motivi economici, le sole opere di manutenzione ordinaria indispensabili. Pur cercando di limitare i costi, sono state previste:
opere di natura idraulica e termoidraulica, volte soprattutto a migliorare il trattamento delle acque, la circolazione delle stesse all’interno della piscina, il prelievo dei dati di controllo;
opere di natura elettrica intervenendo sull’impianto esistente e sull’impianto a servizio degli impianti idraulici.
opere sulla centrale termica esistente. Oltre a ciò sono stati previsti dei piccoli interventi di natura edile, propedeutici all'installazione degli impianti meccanici ed elettrici a servizio. Gli interventi previsti ricadono sull'impiantistica termoidraulica ed elettrica a servizio

4. EFFICIENTAMENTO ENERGETICO
Prestazioni professionali svolte: Progetto Esecutivo e Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione. Importo totale dei lavori: €. 300.731,11
Descrizione sintetica dell’intervento:
OPERE EDILI ARCHITETTONICHE L'edificio attualmente ha delle gravi carenze riguardo il comfort ambientale interno, sia durante i mesi invernali che in quelli estivi. La problematica principale riguarda le caratteristiche materiche di cui si compone l'edificio, calcestruzzo e vetro senza alcun strato di isolamento, tipiche scelte dell'epoca in cui venne concepito.  Le opere hanno il vantaggio di possedere un valore sia per la riqualificazione dello stato dei luoghi e quindi la rivalutazione degli stessi, sia per l’efficientamento energetico.
Le opere riguardano l’involucro e in particolar modo interessano i prospetti interni che circondano l’area di gioco.
Si prevede la sostituzione parziale degli infissi, l’inserimento di pannelli in sughero lungo la fascia basamentale per il miglioramento dell’isolamento termico e l’inserimento di una fascia di pannelli superiore per il miglioramento dell’isolamento termico oltreché quello acustico.
MODIFICHE SUGLI IMPIANTI MECCANICI ESISTENTI
 Gli interventi oggetto di questo appalto riguardano l'esclusiva posa in opera di un impianto a pannelli radianti di tipo industriale al servizio di una sezione dell'area di gioco del palazzetto (zone perimetrali).

Info Contatti

S.T.I.G. STUDIO TECNICO ASSOCIATO
Via Silvio Pellico, 6
53043 - Chiusi Scalo
Siena - Italia
C.F. / P.Iva: 00867330524
Tel: 0578 22 72 85
Fax: 0578 21 225
info@stigstudiotecnico.it

Social Share