Accedi al sito
Serve aiuto?

Portfolio » Principali progettazioni

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MONTEPULCIANO
REALIZZAZIONE NUOVA SEDE DELLA BANCA – MONTEPULCIANO (SI)

DESCRIZIONE SINTETICA DELL’INTERVENTO
La sede della Banca di Credito Cooperativo di Montepulciano trova ubicazione all’interno di un nuovo edificio, in classe energetica A, progettato secondo i criteri dell’architettura bioclimaticaarticolato su 5 livelli e circa 5.550 mq di superficie coperta. Le due ali esposte, rispettivamente, a sud quella in cui sono ubicati gli uffici amministrativi, a nord quella contenente una sala conferenze da 150 posti e uno sportello bancario, sono unite da un grande vuoto centrale: una serra solare, il cui funzionamento è assistito tecnologicamente nei momenti di picco delle temperature. All’interno di quest’ultima sono collocati i principali spazi distributivi. Sulla copertura è ubicato un impianto fotovoltaico di potenza pari a circa 17 kWp. L’acqua piovana  opportunamente accumulata in un serbatoio da 300 mc sarà distribuita ai WC e utilizzata per l’irrigazione delle zone a verde nel periodo estivo, consentendo di eliminare l’uso di acqua potabile per tali scopi. Il sistema di produzione acqua calda e refrigerata è basato su pompe di calore aria/aria funzionanti con un motore endotermico alimentate a gas metano di rete. Le macchine utilizzano l’energia rinnovabile contenuta nell’aria nel periodo del riscaldamento sottraendole calore che, innalzato di temperatura viene ceduto all’ambiente Criteri guida per la progettazione sono stati i concetti propri dell’architettura bioclimatica. Vedere gli edifici rapportati all’ambiente circostante, ponendo particolare attenzione alle caratteristiche climatiche dei luoghi, tenere conto del benessere e della salute dei fruitori: tutto ciò viene definito progettazione bioclimatica. Costituisce un approccio progettuale diverso ma, sicuramente, non nuovo essendo espressione dell’architettura spontanea propria di ogni regione geografica e climatica. Criteri guida che sono, quindi, essenzialmente riconducibili ai seguenti: progettazione compatibile con il clima, utilizzo di risorse e materiali in genere locali, forme e masse strettamente relazionate alla esposizione, destinazioni d’uso degli ambienti interni ottimizzate secondo gli apporti solari, riduzione delle dispersioni termiche, e massimizzazione degli apporti di calore in regime invernale, controllo degli stessi in regime estivo, massimizzazione dei processi di trasformazione dell'energia, ricerca di applicazioni impiantistiche che prevedono l'uso di fluidi termovettori a bassa temperatura, compatibili con le energie rinnovabili: solare ed altre, con terminali utilizzabili sia per il riscaldamento che il raffrescamento. A livello paesaggistico l’intervento si integra con l’edificato circostante non emergendo rispetto allo skyline esistente, adottando forme, colori e materiali organici a quelli dell’edificato storico. Il corretto inserimento ambientale è poi perseguito tramite l’utilizzo di una soluzione formale fluida e naturalmente inserita nell’ambiente assecondando la morfologia del terreno, mantenendo un’altezza contenuta anche rispetto agli edifici esistenti. A livello compositivo-urbanistico è stata posta particolare attenzione ai fattori ambientali inerenti le caratteristiche climatiche del sito: l'orientamento, l’esposizione alla radiazione solare, la direzione dei venti dominanti, la presenza o meno di possibili ostacoli che possano ridurre l'irraggiamento solare. A livello tipologico-tecnologico è stata posta particolare cura nella disposizione dei locali, alle possibilità di sfruttare la ventilazione naturale sia per il ricambio dell'aria che per il raffrescamento estivo, ma soprattutto si mira alla possibilità di inserimento di componenti passivi/attivi riguardo all'uso dell'energia solare.
IMPIANTI MECCANICI: Gli impianti meccanici a servizio dell’edificio assolvono a diversi compiti come il riscaldamento, la ventilazione, la distribuzione dell’acqua potabile, il recupero delle acque meteoriche etc. Il sistema di generazione dell’energia termica e frigorifera è costituito da tre pompe di calore a motore endotermico installate in cascata e dotate di sistema di recupero di calore; Il rendimento delle pompe di calore non è inficiato dalle basse temperature invernali, infatti, i compressori sono azionati da motori  a combustione interna alimentati a gas e che, come tutti i motori a scoppio, hanno bisogno di essere raffreddati; il calore recuperato dal sistema di raffreddamento viene dunque utilizzato per evitare i brinamenti delle batterie di scambio termico durante la stagione invernale ma anche per alimentare le batterie di post-riscaldamento delle CTA e per la produzione di acqua calda sanitaria. Il sistema di generazione distribuisce i fluidi di lavoro ai terminali di impianto dimensionati per “lavorare” a bassa temperatura consentendo così un notevole risparmio energetico. :L’edificio comprende diverse aree con destinazioni differenti, di conseguenza sono state adottate distinti sistemi di climatizzazione  Fancoils ed aria primaria per gli uffici, impianti a tutt’aria a servizio delle piccole sale riunioni, Impianti a tutt’aria a dislocamento a servizio della sala conferenze, impianti a pannelli radianti per la serra solare e  gli archivi.
IMPIANTI ELETTRICI: Gli impianti elettrici e speciali comprensivo di: cabina di trasformazione MT/BT; gruppo elettrogeno; impianto fotovoltaico 17,16kWp; impianto di illuminazione ordinaria dimmerabile Dali con controllo centralizzato, eliometro, touch-panel, moduli comando scenari, sensori di presenza e sensori di luminosità; impianto di gestione e supervisione degli impianti elettrici, degli impianti di climatizzazione e degli impianti speciali; impianto di illuminazione di emergenza con alimentazione tramite CPS e controllo centralizzato; impianti elettrici a servizio impianti tecnici a fluido; quadri elettrici; impianto diffusione sonora sala convegni; impianto videocitofonico; impianto TV-SAT; impianto di rivelazione e allarme incendio; impianto dati e fonia in cablaggio strutturato; impianto dati wi-fi; impianto di controllo accessi; impianto di videosorveglianza; impianto antintrusione.
ASPETTI ENERGETICI RILEVANTI: Gli impianti di benessere, ovvero di riscaldamento, raffrescamento e ventilazione saranno alimentati da un sistema di tre pompe di calore a motore endotermico collegate e funzionanti in cascata. Le pompe di calore sono alimentate da gas metano di rete cittadina sia per il riscaldamento sia per la produzione di acqua refrigerata pertanto anche nella stagione estiva non si avranno assorbimenti elettrici rilevanti come avviene per i classici gruppi frigo/pompe di calore elettriche; l’adozione di tali particolari generatori in luogo di un classico generatore di calore conduce ad un sensibile innalzamento del rendimento nella stagione invernale; Il complesso degli impianti tecnologici, unitamente alla realizzazione di un impianto solare fotovoltaico ed alle ottime caratteristiche di isolamento offerte dall’involucro edilizio, consentono di raggiungere la CLASSE A dal punto di vista energetico.
PREVENZIONE INCENDI: L’edificio a carattere direzionale è soggetto a controllo di prevenzione incendi ai sensi del D.P.R. 151/2011, per le attività cat. 34 (n.2 archivi di materiale cartaceo), cat. 75 (n.2 autorimessa pubblica e privata) e cat. 49 (n.1 gruppo elettrogeno) presenti all’interno ed a servizio degli uffici specifici. Per la protezione interna dell’edificio è stato progettato un rete idrica antincendio composta da idranti/naspi alimentati da gruppo di pompaggio antincendio a norma UNI 12845, così distinti: Autorimessa privata (liv. 480,30): N. 4 idranti UNI45; Autorimessa pubblica (liv. 483,90):N. 3 idranti UNI45; Archivio N.1 (liv. 483,90):N. 3 naspi UNI25; Archivio N.2 (liv. 487,50): N. 2 naspi UNI25; Filiale BCCM: N. 1 naspo UNI25; Uffici BCCM:N. 6 naspi UNI25; Sala Conferenze:N. 2 naspi UNI25; N. 1 idrante soprassuolo per attacco VV.F. UNI 70; N. 1 riserva idrica ad uso esclusivo antincendio di capacità utile 15 mc con reintegro dall’acquedotto pubblico cittadino e N.1 gruppo di pompaggio ad avviamento automatico con N. 2 elettropompe (di cui N. 1 di servizio) con portata nominale complesiva pari a 16 mc/h.
SISTEMI SOLARI ATTIVI E PASSIVI: Abbiamo deciso di sfruttare l’energia solare in modo attivo con i pannelli fotovoltaici e in modo passivo grazie alla serra solare. I pannelli fotovoltaici di ultima generazione, ovvero con elevata capacità di assorbimento e conseguente trasformazione dell’irraggiamento solare in energia elettrica, permettono di coprire una buona percentuale del fabbisogno elettrico della banca grazie anche alle modalità, previste dalle vigenti normative, dello scambio sul posto. La serra solare è un modo per accumulare energia ben noto in agricoltura da moltissimo tempo. Il principio è quello di immagazzinare” il calore nella struttura e nell’aria contenuta nella serra e utilizzare tale calore in modo da diminuire il consumo di energia proveniente da combustibili fossili. Ciò comporta che le pareti della banca che si affacciano verso la serra ricavano beneficio: diretto dall’irraggiamento solare che ne riscalda le pareti; indiretto perché l’aria calda di fatto impedisce dispersioni verso la serra; diretto perché si può sfruttare l’aria calda poi riscaldare l’aria primaria utilizzata nell’impianto di climatizzazione della banca. La serra solare prevista è stata realizzata secondo le specifiche tecniche dell’edilizia sostenibile ed in particolare in conformità alla scheda 2.2 capitolo 2 del Manuale dell’Edilizia Sostenibile, allegato delle Linee guida per la valutazione della qualità energetica ed ambientale degli edifici in Toscana, ai sensi dell’art. 37 comma 3) della Legge Regionale 3.01.2005 n°1 e s.m.i in attuazione dell’azione B13 del CRAA.
 
Prestazioni svolte: Progettazione Preliminare, Definitiva, Esecutiva; Prevenzione incendi e aspetti igienico sanitari (USL); Direzione dei lavori; Contabilità.
 

Info Contatti

S.T.I.G. STUDIO TECNICO ASSOCIATO
Via Silvio Pellico, 6
53043 - Chiusi Scalo
Siena - Italia
C.F. / P.Iva: 00867330524
Tel: 0578 22 72 85
Fax: 0578 21 225
info@stigstudiotecnico.it

Social Share